CONCORSO DI PROGETTAZIONE IN DUE FASI 

“Progetto di Riqualificazione e Valorizzazione dell’Area Archeologica e Antiquarium di Tindari (ME).



Pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea n° 182/2020 Serie S del 18.09.2020

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana – Parte II G.U.R.S. n° 39 del 25.09.2020

 

 

PROCEDURA APERTA

Premessa

 

Tindari, uno dei più notevoli siti archeologici della Sicilia, e stata fondata (nel 396 a.C. da Dionigi di Siracusa) sulla sommità di un promontorio roccioso sovrastante il golfo di Patti, proteso sul mar Tirreno, in contatto visuale con le isole Eolie e con l’entroterra.

L’oggetto del presente Concorso di Progettazione riguarda i “Lavori di riqualificazione e valorizzazione dell’area archeologica e dell’Antiquarium di Tindari (Patti)”, importante sito archeologico della provincia di Messina, oggetto di studi e di scavi fin dalla seconda metà del XVIII.

L’intervento a titolarità regionale risulta finanziato con le risorse del PO-FESR 2014/2020 misura 6.7.1 per l’importo complessivo di € 5.000.000,00, di cui 3.480.000,00 per lavori a base d’appalto, il cui Quadro Tecnico Economico risulta approvato conD.D.G. n° 6273 del 23.12.2019 e rettificato con D.D.G. n° 2299 del 27.07.2020 registrato quest’ultimo alla Ragioneria Centrale dei BB.CC.I.S. al n° 13 del capitolo 776096 in data 06.08.2020,col quale è stata disposta la prenotazione d’impegno della spesa per l’esercizio finanziario 2020 per dare copertura finanziaria alle competenze tecniche afferenti al presente concorso di progettazione.

Ricorrendo la sussistenza delle condizioni di cui all’art. 23, comma 2, del “codice dei contratti pubblici” al fine di individuare il soggetto a cui affidare la progettazione del “Lavori di riqualificazione e valorizzazione dell’area archeologica e dell’Antiquarium di Tindari del località del Comune di Patti (Messina)” sono state adottate le procedure concorsuali di cui all’art. 154, comma 5, del D. Leg.vo 50/2016 e ss.mm.ii.

Il processo di riqualificazione e di valorizzazione del sito archeologico in questione, insieme all'inserimento di nuovi elementi attrattori e di servizio al turismo, costituiscono un’operazione preliminare e necessaria per creare sinergie tra il tessuto culturale, sociale ed il sistema economico del territorio, rappresentando così l’obiettivo fondamentale del presente concorso di progettazione. Essi dovranno, sinteticamente, essere tesi:

-       Alla valorizzazione integrata dell’area archeologica di Tyndaris, mediante azioni volte alla riqualificazione dei percorsi di visita, alla ridefinizione e ampliamento degli spazi per la fruizione, di quelli funzionali e di servizio. Intendimento essenziale è pertanto consentire un’inedita, completa e continua fruibilità dell’antico impianto urbano, anche attraverso soluzioni tecnologiche innovative, per la comprensione del complesso nella sua struttura morfologica originaria e per il pieno riconoscimento della qualità del contesto paesaggistico, storico e antropico;

-       Al potenziamento dello spazio espositivo dell’Antiquarium, degli uffici, dei servizi annessi al sito archeologico ed al Teatro;

-       Alla predisposizione degli interventi di natura impiantistica mirati all’adeguamento e ampliamento delle reti e dotazioni.

I suddetti interventi risultano compatibili in virtù dell’art. 61 delle N.T. di attuazione del vigente PRG di Patti (ME), col quale l’area archeologica interessata viene sottoposta a regimi di tutela nella quale è proibita qualsiasi attività di trasformazione del territorio ad eccezione di quelle necessarie alla Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali per la definizione di servizi aggiuntivi volti al miglioramento della fruizione delle aree archeologiche nel rispetto dell’art. 42 delle N.T. del Piano Territoriale Paesaggistico - Ambito 9.

Il RUP arch. Giacomo Mantineo

 

 

CALENDARIO DEL CONCORSO

Le principali scadenze della procedura del Concorso sono le seguenti:

AVVIO Fase 1

18 settembre 2020

Pubblicazione nel supplemento della G.U.U.E. Serie S n° 182/2020 del 18.09.2020 del Bando di Gara, data dalla quale decorrono i termini della Fase 1

25 settembre 2020

Pubblicazione in G.U.R.S. n° 39 del 25.09.2020 dell’estratto del Bando di Gara, quale avviso di avvenuta decorrenza dei termini della Fase 1, nascenti dalla data di pubblicazione nella G.U.U.E. di cui sopra

06 novembre 2020 ore 12:00

Termine per la ricezione delle richieste di chiarimento per la Fase 1

13 novembre 2020 ore 12:00

Termine per la pubblicazione delle risposte alle richieste di chiarimento, per la Fase 1, pervenute entro il 06.11.2020

17 novembre 2020 ore 13:00

Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative alla Fase 1

17 novembre 2020 ore 13:45

Nomina Commissione Giudicatrice

18 novembre 2020 ore 10:00

Prima seduta pubblica della Commissione giudicatrice per l’inizio dell’esame delle proposte progettuali pervenute

CONCLUSIONE Fase 1

Con la pubblicazione delle proposte progettuali ammesse alla Fase 2 del concorso

Avvio Fase 2

Data di pubblicazione delle proposte “ex aequo” selezionate nella Fase 1

CONCLUSIONE Fase 2

60 gg. dalla pubblicazione dell’avviso di avvio della Fase 2

 

PREMI E RIMBORSO SPESE

ll vincitore del concorso riceverà l'incarico della progettazione definitiva, per l’aspetto architettonico, e di fattibilità tecnica ed economica per gli impianti e le strutture. I restanti aggiudicatari della Fase 2 del concorso riceveranno un rimborso spese di €. 5.000,00 cadauno oltre IVA.

 


 

Documenti del concorso

____________________________________________________________